Hotel Orvieto Hotel 3 stelle Orvieto Hotel Ristorante Piscina Orvieto dintorni

Hotel Orvieto
Hotel Orvieto       your friendly hotel in Umbria
Orvieto

Hotel Orvieto

Orvieto sorge su una rupe di tufo e, tramite testimonianze archeologiche tuttora ben visibili all’interno della città e nelle necropoli situate nei dintorni, è stata identificata come l’antica città-stato etrusca Velzna, dove ogni anno gli abitanti dell'Etruria vi confluivano per celebrare riti religiosi, giochi e manifestazioni.

Una delle più importanti testimonianze della fiorente epoca etrusca vissuta dalla città è la Necropoli del Crocifisso del Tufo, una necropoli etrusca situata alla base della rupe di Orvieto. Secondo la concezione della vita ultraterrena propria della civiltà etrusca, anche nell'aldilà il morto continuava una sorta di esistenza parallela, per cui al momento della sepoltura si accompagnava la salma con un corredo funebre formato da oggetti che potessero risultare utili al defunto: è per questo che all'interno delle tombe sono stati ritrovati fibule, specchi, lance per gli uomini, monili per le donne, vasi e oggetti in bronzo, terracotta e buccheri in stile etrusco o ellenistico. Purtroppo, al momento degli scavi avvenuti nel XIX secolo, ci furono diversi problemi organizzativi e molti reperti furono dispersi in vari musei in giro per l’Europa. Nel secolo successivo a partire dal 1961, il suddetto materiale fu in gran parte recuperato e classificato: ora è esposto al Museo Faina di Orvieto.

Un’altra peculiare testimonianza degli antichi abitanti di Orvieto è il bellissimo dedalo di grotte che si snoda sotto la città: Orvieto underground, un succedersi, apparentemente senza fine, di cunicoli, scale, passaggi inattesi, stanze sovrapposte sulle cui pareti si può leggere, in mille e mille piccole nicchie quadrangolari, la secolare avventura della nascita di questa “città sotterranea”.

Due altre meraviglie architettoniche situate nel cuore di Orvieto sono il Pozzo della Cava e il Pozzo di San Patrizio, quest’ultimo ritenuto un vero e proprio capolavoro di ingegneria, costituito da due rampe elicoidali a senso unico, che consentivano di trasportare con i muli l'acqua estratta, senza ostacolarsi e senza dover ricorrere all'unica via che saliva al paese dal fondovalle. Il pozzo è profondo quasi 54 metri, ha 248 scalini e 70 finestroni. Il Pozzo di San Patrizio, originariamente denominato Pozzo della Rocca per la sua vicinanza con la rocca albornoziana, prese poi il nome dal santo irlandese, in base alla leggenda legata ad una profonda caverna situata appunto in Irlanda dove si narra che Dio avesse indicato a San Patrizio di ritirarsi in preghiera affinché potesse mostrare le pene dell'Inferno ai fedeli più increduli, che vi si fossero avventurati sino a raggiungere il fondo. In cambio costoro avrebbero ottenuto la remissione dei peccati e l'accesso al Paradiso.

Ma il simbolo per eccellenza della cittadina è sicuramente la Cattedrale di Santa Maria Assunta – semplicemente il Duomo per gli orvietani, capolavoro dell’architettura gotica italiana, la cui stupenda facciata è decorata da una serie di bassorilievi e sculture realizzati dall’architetto senese Lorenzo Maitani. La costruzione della chiesa fu avviata nel 1290 per volontà di papa Niccolò IV, allo scopo di dare degna collocazione al Corporale del miracolo di Bolsena. Nel 1408-1444 venne costruita la Cappella di San Brizio, situata nel transetto destro del Duomo e affrescata però solo più tardi (1447-1504); la Cappella è celebre per il ciclo di affreschi con Storie degli ultimi giorni, avviato nelle vele da Beato Angelico e Benozzo Gozzoli nel 1447 e completato da Luca Signorelli nel 1499-1502.

Tanti altri sono i luoghi ad Orvieto che meritano una visita, ma la città vive anche di eventi e manifestazioni uniche, come Umbria Jazz Winter, Umbria Folk Festival e le Festa di Santa Perduta; per la tradizione è importante citare la Festa della Palombella, con la quale annualmente si festeggia la Pentecoste. La festa risale addirittura al 1400 e si svolgeva all’interno del Duomo con questa procedura: una bianca colomba legata con nastri rossi ad una raggiera, discende, sospinta da razzi, lungo un cavo di acciaio teso fra il tiburio della Chiesa di San Francesco ed un Cenacolo, che riproduce il disegno del Reliquiario di San Savino opera degli orafi senesi Ugolino di Vieri e Viva di Lando, che viene allestito davanti alla porta maggiore della Cattedrale. Quando La "Palombella" al termine della sua corsa, giunge al Cenacolo "s'incendiano i mille botti" , come pittorescamente annota un antico cronista, scoppia cioè una nutrita salva di mortaretti e sulla testa della Madonna e degli Apostoli raffigurati in atto di preghiera si accendono le rosse fiammelle di cui parlano le Sacre Scritture.
Hotel Orvieto   Book now
Hotel Orvieto
Hotel Orvieto   Hotel Orvieto
Hotel Orvieto   Hotel Orvieto

Vega Hotel - Strada di Montalcino, 2/a - 06135 Ponte Valleceppi – Perugia - Umbria – Italia - Tel. +39 075 6929534 - Fax +39 075 6929507
Skype: vega.hotel - info@hotelvegaperugia.com - www.vegahotel.net - www.hotelvegaperugia.com

Copyright ® 2014 - Tutti i diritti riservati
Hotel by InYourLife

Hotel Orvieto      Hotel Orvieto
Hotel Orvieto
Orvieto
Orvieto sorge su una rupe di tufo e, tramite testimonianze archeologiche tuttora ben visibili all’interno della città e nelle necropoli situate nei dintorni, è stata identificata come l’antica città-stato etrusca Velzna, dove ogni anno gli abitanti dell'Etruria vi confluivano per celebrare riti religiosi, giochi e manifestazioni.

Una delle più importanti testimonianze della fiorente epoca etrusca vissuta dalla città è la Necropoli del Crocifisso del Tufo, una necropoli etrusca situata alla base della rupe di Orvieto. Secondo la concezione della vita ultraterrena propria della civiltà etrusca, anche nell'aldilà il morto continuava una sorta di esistenza parallela, per cui al momento della sepoltura si accompagnava la salma con un corredo funebre formato da oggetti che potessero risultare utili al defunto: è per questo che all'interno delle tombe sono stati ritrovati fibule, specchi, lance per gli uomini, monili per le donne, vasi e oggetti in bronzo, terracotta e buccheri in stile etrusco o ellenistico. Purtroppo, al momento degli scavi avvenuti nel XIX secolo, ci furono diversi problemi organizzativi e molti reperti furono dispersi in vari musei in giro per l’Europa. Nel secolo successivo a partire dal 1961, il suddetto materiale fu in gran parte recuperato e classificato: ora è esposto al Museo Faina di Orvieto.

Un’altra peculiare testimonianza degli antichi abitanti di Orvieto è il bellissimo dedalo di grotte che si snoda sotto la città: Orvieto underground, un succedersi, apparentemente senza fine, di cunicoli, scale, passaggi inattesi, stanze sovrapposte sulle cui pareti si può leggere, in mille e mille piccole nicchie quadrangolari, la secolare avventura della nascita di questa “città sotterranea”.

Due altre meraviglie architettoniche situate nel cuore di Orvieto sono il Pozzo della Cava e il Pozzo di San Patrizio, quest’ultimo ritenuto un vero e proprio capolavoro di ingegneria, costituito da due rampe elicoidali a senso unico, che consentivano di trasportare con i muli l'acqua estratta, senza ostacolarsi e senza dover ricorrere all'unica via che saliva al paese dal fondovalle. Il pozzo è profondo quasi 54 metri, ha 248 scalini e 70 finestroni. Il Pozzo di San Patrizio, originariamente denominato Pozzo della Rocca per la sua vicinanza con la rocca albornoziana, prese poi il nome dal santo irlandese, in base alla leggenda legata ad una profonda caverna situata appunto in Irlanda dove si narra che Dio avesse indicato a San Patrizio di ritirarsi in preghiera affinché potesse mostrare le pene dell'Inferno ai fedeli più increduli, che vi si fossero avventurati sino a raggiungere il fondo. In cambio costoro avrebbero ottenuto la remissione dei peccati e l'accesso al Paradiso.

Ma il simbolo per eccellenza della cittadina è sicuramente la Cattedrale di Santa Maria Assunta – semplicemente il Duomo per gli orvietani, capolavoro dell’architettura gotica italiana, la cui stupenda facciata è decorata da una serie di bassorilievi e sculture realizzati dall’architetto senese Lorenzo Maitani. La costruzione della chiesa fu avviata nel 1290 per volontà di papa Niccolò IV, allo scopo di dare degna collocazione al Corporale del miracolo di Bolsena. Nel 1408-1444 venne costruita la Cappella di San Brizio, situata nel transetto destro del Duomo e affrescata però solo più tardi (1447-1504); la Cappella è celebre per il ciclo di affreschi con Storie degli ultimi giorni, avviato nelle vele da Beato Angelico e Benozzo Gozzoli nel 1447 e completato da Luca Signorelli nel 1499-1502.

Tanti altri sono i luoghi ad Orvieto che meritano una visita, ma la città vive anche di eventi e manifestazioni uniche, come Umbria Jazz Winter, Umbria Folk Festival e le Festa di Santa Perduta; per la tradizione è importante citare la Festa della Palombella, con la quale annualmente si festeggia la Pentecoste. La festa risale addirittura al 1400 e si svolgeva all’interno del Duomo con questa procedura: una bianca colomba legata con nastri rossi ad una raggiera, discende, sospinta da razzi, lungo un cavo di acciaio teso fra il tiburio della Chiesa di San Francesco ed un Cenacolo, che riproduce il disegno del Reliquiario di San Savino opera degli orafi senesi Ugolino di Vieri e Viva di Lando, che viene allestito davanti alla porta maggiore della Cattedrale. Quando La "Palombella" al termine della sua corsa, giunge al Cenacolo "s'incendiano i mille botti" , come pittorescamente annota un antico cronista, scoppia cioè una nutrita salva di mortaretti e sulla testa della Madonna e degli Apostoli raffigurati in atto di preghiera si accendono le rosse fiammelle di cui parlano le Sacre Scritture.
Prenota Ora e Risparmia
<br />
<b>Warning</b>:  include(_ext/include/alt.php) [<a href='function.include'>function.include</a>]: failed to open stream: No such file or directory in <b>/home/vegahotel/public_html/it/hotel-orvieto.php</b> on line <b>762</b><br />
<br />
<b>Warning</b>:  include(_ext/include/alt.php) [<a href='function.include'>function.include</a>]: failed to open stream: No such file or directory in <b>/home/vegahotel/public_html/it/hotel-orvieto.php</b> on line <b>762</b><br />
<br />
<b>Warning</b>:  include() [<a href='function.include'>function.include</a>]: Failed opening '_ext/include/alt.php' for inclusion (include_path='.:/usr/share/php:/usr/share/pear') in <b>/home/vegahotel/public_html/it/hotel-orvieto.php</b> on line <b>762</b><br />
  Book now
<br />
<b>Warning</b>:  include(_ext/include/alt.php) [<a href='function.include'>function.include</a>]: failed to open stream: No such file or directory in <b>/home/vegahotel/public_html/it/hotel-orvieto.php</b> on line <b>765</b><br />
<br />
<b>Warning</b>:  include(_ext/include/alt.php) [<a href='function.include'>function.include</a>]: failed to open stream: No such file or directory in <b>/home/vegahotel/public_html/it/hotel-orvieto.php</b> on line <b>765</b><br />
<br />
<b>Warning</b>:  include() [<a href='function.include'>function.include</a>]: Failed opening '_ext/include/alt.php' for inclusion (include_path='.:/usr/share/php:/usr/share/pear') in <b>/home/vegahotel/public_html/it/hotel-orvieto.php</b> on line <b>765</b><br />
  Offerte speciali
<br />
<b>Warning</b>:  include(_ext/include/alt.php) [<a href='function.include'>function.include</a>]: failed to open stream: No such file or directory in <b>/home/vegahotel/public_html/it/hotel-orvieto.php</b> on line <b>852</b><br />
<br />
<b>Warning</b>:  include(_ext/include/alt.php) [<a href='function.include'>function.include</a>]: failed to open stream: No such file or directory in <b>/home/vegahotel/public_html/it/hotel-orvieto.php</b> on line <b>852</b><br />
<br />
<b>Warning</b>:  include() [<a href='function.include'>function.include</a>]: Failed opening '_ext/include/alt.php' for inclusion (include_path='.:/usr/share/php:/usr/share/pear') in <b>/home/vegahotel/public_html/it/hotel-orvieto.php</b> on line <b>852</b><br />
  Book now
Prenota Ora e Risparmia
<br />
<b>Warning</b>:  include(_ext/include/alt.php) [<a href='function.include'>function.include</a>]: failed to open stream: No such file or directory in <b>/home/vegahotel/public_html/it/hotel-orvieto.php</b> on line <b>859</b><br />
<br />
<b>Warning</b>:  include(_ext/include/alt.php) [<a href='function.include'>function.include</a>]: failed to open stream: No such file or directory in <b>/home/vegahotel/public_html/it/hotel-orvieto.php</b> on line <b>859</b><br />
<br />
<b>Warning</b>:  include() [<a href='function.include'>function.include</a>]: Failed opening '_ext/include/alt.php' for inclusion (include_path='.:/usr/share/php:/usr/share/pear') in <b>/home/vegahotel/public_html/it/hotel-orvieto.php</b> on line <b>859</b><br />
  Offerte speciali
Hotel Orvieto  Hotel Orvieto  Hotel Orvieto

Hotel Orvieto   Hotel Orvieto
Hotel Orvieto   Hotel Orvieto

Vega Hotel - Strada di Montalcino, 2/a - 06135 Ponte Valleceppi – Perugia - Umbria – Italia - Tel. +39 075 6929534 - Fax +39 075 6929507
Skype: vega.hotel - info@hotelvegaperugia.com - www.vegahotel.net - www.hotelvegaperugia.com

Copyright ® 2014 - Tutti i diritti riservati
Hotel by InYourLife

Hotel Orvieto      Hotel Orvieto